Le tecniche di rilassamento inducono uno stato psicofisico di rilassamento per l’appunto, in cui i muscoli del corpo sono decontratti, la frequenza cardiaca e respiratoria diminuisce, si abbassa la pressione arteriosa e la mente è in uno stato di calma. Tali modificazioni fisiche si traducono in una percezione di benessere e tranquillità.

Nella terapia cognitivo-comportamentale le tecniche di rilassamento vengono utilizzate per la gestione dell’ansia in vari disturbi psicopatologici ad essa correlati o per garantire al paziente una minore attivazione psicofisica in situazioni stressanti.

Vi sono varie tecniche di rilassamento:

Rilassamento progressivo di Jacobson

basato sulla volontaria contrazione e decontrazione dei muscoli. L’allenamento porta a cogliere la differenza tra tensione e rilassamento dei vari distretti muscolari, così che si possa poi nella vita quotidiana essere in grado di percepire quando si è tesi e contratti e si possa abbandonare la tensione.

Questo tipo di rilassamento induce quindi una progressiva riduzione dell’attivazione fisiologica, a cui consegue anche una minore tensione emotiva e a una maggiore distensione mentale.

Beneficiano del rilassamento muscolare progressivo coloro che soffrono di disturbi d’ansia, insonnia, cefalea muscolo tensiva, dolore cronico, disturbo post-traumatico da stress.

Training autogeno

è una tecnica di autorilassamento basato sulla concentrazione mentale, capace di attenuare le tensioni psichiche e fisiche e quindi utile nella gestione dello stress e delle emozioni negative. Viene anche utilizzato in ambito sportivo e in tutte quelle situazioni prestazionali che richiedono un’elevata concentrazione mentale.

Si tratta di un allenamento che permette di apprendere una serie di esercizi tra loro in connessione, che inducono risposte somatiche e psichiche di quiete e rilassamento. Si parte dal corpo per arrivare alla mente e quando la mente è in uno stato di quiete, si torna al corpo per l’inevitabile influenza sul soma di ogni stato mentale. Si tratta quindi di un circuito che si autorinforza.

In ambito clinico si utilizza in tutti quei casi in cui il soggetto presenta una sovraccarico di tensione dovuto a fattori di vita contingenti oppure a un quadro psicopatologico.

Ipnorelax

è una tecnica di rilassamento che prevede una suggestione mentale in grado di portare a uno stato di profondo rilassamento senza però togliere lucidità e coscienza. La tecnica è interamente incentrata sull’immaginazione di un luogo, in cui il soggetto è particolarmente rilassato. Può essere in mezzo alla natura oppure nel proprio letto o nella vasca da bagno. Ciò che conta è che sia soggettivamente percepito come un posto cosi detto “sicuro”, dove nulla di ansiogeno possa accadere e dove si è esperito o si esperisce uno stato di profonda quiete.

L’ipnorelax viene utilizzato, oltre che come tecnica di rilassamento, per esporre il soggetto in immaginazione a stimoli ansiogeni temuti, come ad esempio nelle fobie. L’immaginazione di una situazione che mette ansia in una condizione di rilassamento, desensibilizza all’ansia e ne aiuta l’esposizione successiva in vivo.

Tecniche basate sul respiro

sono utilizzate soprattutto nei disturbi d’ansia, dove il ritmo respiratorio viene alterato in automatico e reso più affrettato, causando la cosi detta “fame d’aria”. Si tratta di tecniche di veloce esecuzione, che per questa loro caratteristica possono essere utilizzate in ogni situazione, anche quotidianamente, in tutte quelle occasioni sociali e non che richiedono una maggiore stabilità emotiva e una minore attivazione psicofisica.

Scan corporeo

è basato sulla concentrazione sulle sensazioni del corpo, partendo dai piedi e arrivando fino alla testa. Compito del soggetto è quello di portare l’attenzione sulle sensazioni, ogni volta che la mente divaga e di decontrarre progressivamente i distretti muscolari su cui si basa la concentrazione. Questa tecnica insegna anche ad arrestare e controllare il flusso incessante dei pensieri che caratterizza il nostro vivere.

Donatella Bielli

Psicologa e Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

Via Pasteur 2, 27029 Vigevano
Appuntamenti al 328 4266235

© 2019, Donatella Bielli Psicologa - PI: 13395030151 - Numero iscrizione Ordine Psicologi della Lombardia 4441 - pec: donatella.bielli.243@psypec.it
PRIVACY

Cerca